Libertà civili nell’era digitale
Le potenzialità della tecnologia vengono quotidianamente evidenziate e celebrate nel generale dibattito pubblico. Inoltre, oggi numerosi strumenti tecnologici giocano un ruolo chiave nel portare alla luce violazioni dei diritti umani. Si tratta però anche anche un'arma a doppio taglio che può essere utilizzata con effetti deleteri per diritti come privacy, libertà di espressione e movimento, oltre che per la sicurezza nazionale. Sebbene l’Italia sia in una posizione chiave in questo contesto, il suo ruolo e le sue politiche sono spesso ignorate e non analizzate dai media e dall’opinione pubblica. Il divario digitale è una delle cause principali, sia dal punto di vista infrastrutturale che culturale, e influenza tutte le componenti della società, dai media alla politica, dai cittadini alle organizzazioni della società civile.

L'obiettivo del programma “Libertà civili nell'era digitale” è di avanzare ed espandere gli standard di diritti umani, con una combinazione di attività di advocacy, divulgazione, lobbying e contenzioso strategico.

Il programma interseca tutte le attività della nostra organizzazione: come coalizione di associazioni che lavorano per i diritti umani, la sicurezza e la privacy delle persone che lavorano con noi e che noi lavoriamo per tutelare è assolutamente cruciale.

Conoscere i propri diritti è il primo passo per farli valere

Lei ha il diritto di rimanere in silenzio. Qualsiasi cosa dirà potrà e sarà usata contro di lei in tribunale.…

Libertà di espressione
Quest'area di lavoro si concentra sulla difesa della libertà di espressione e del diritto alla privacy e al controllo dei propri dati personali, contro la sorveglianza di massa, la censura e altre pratiche che mettono a rischio le libertà civili. Ci proponiamo inoltre di fornire strumenti di “sicurezza digitale” agli attivisti e ai cittadini con formazione e campagne pubbliche di sensibilizzazione.
CILD aderisce all’appello per proteggere l’accesso alle informazioni

CILD aderisce all’appello per proteggere l’accesso alle informazioni

Appello all’UE per proteggere coloro che esercitano il diritto di accesso alle informazioni Alla luce delle notizie scioccanti secondo cui…

Libertà di stampa: il ruolo della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Libertà di stampa: il ruolo della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

La libertà di stampa rappresenta una condizione essenziale per la sopravvivenza di una società democratica. Laddove questa risulti compromessa, ad…

Oggi è la giornata contro l’impunità per i crimini verso i giornalisti

Oggi è la giornata contro l’impunità per i crimini verso i giornalisti

Dal 1992 ad oggi nel mondo, sono stati uccisi 805 giornalisti. Per 695 di loro non c’è mai stata giustizia…

Cybersecurity
Molte aziende europee esportano software che viene usato per sorveglianza e repressione da regimi o governi autoritari. In Europa la legge sulle esportazioni è stata già violata o aggirata con effetti su attivisti e dissidenti. Il leak subito da Hacking Team (azienda italiana leader del settore) rivelano che anche società italiane sono coinvolte in questo tipo di mercato: come società civile chiediamo quindi trasparenza e accountability su esportazioni di prodotti che possono essere usati per violare diritti umani.
Parlamento UE: voto su stop a esportazioni di sorveglianza verso i regimi

Parlamento UE: voto su stop a esportazioni di sorveglianza verso i regimi

(comunicato congiunto) Unione Europea: il Parlamento Europeo deve votare per fermare l’esportazione di apparecchiature di sorveglianza verso i governi che…

Le Ong a stati e istituzioni UE sull’export di tecnologie di sorveglianza

Le Ong a stati e istituzioni UE sull’export di tecnologie di sorveglianza

Con una coalizione internazionale di Ong scriviamo alle istituzioni europee e agli Stati membri affinché tengano fede agli impegni presi…

Vittoria: il MISE revoca licenza ad Area verso l’Egitto!

Vittoria: il MISE revoca licenza ad Area verso l’Egitto!

Una buona notizia sul tema del controllo delle esportazioni: il Ministero dello Sviluppo Economico ha revocato la licenza di esportazione…